fbpx psicologo a milano | Massimo Martucci | Psicologo
Psicologo a Milano e Online | Massimo Martucci

Senti di aver bisogno di uno psicologo?

Inizia ora

il cambiamento!

Ti ascolto.

Se hai deciso di contattare uno psicologo, questo è un momento prezioso. Stai per fare qualcosa di importante per te e per le persone che ami.
Se hai dei dubbi o sei indeciso fammi una domanda!

Scopri come puoi migliorare


3 motivi per contattare uno Psicologo

Se hai avuto l'idea di consultare uno psicologo, pensaci prima di rimandare. Adesso potrebbe essere il momento giusto.

1. Cambiare è possibile

Qualunque sia la tua età, un cambiamento è sempre possibile.

Potresti scoprire di poter dare una svolta alla tua vita, affrontare positivamente un momento difficile; oppure imparare ad accettarti di più e vivere più sereno.

2. Non rimanere fermo

Come in altri ambiti della salute, anche i problemi psicologici, quando non sono affrontati, spesso peggiorano. Non tutto si può magicamente risolvere, ma sempre un sostegno, un ascolto attento, possono aiutarti a fare chiarezza e a inquadrare meglio il tuo problema.

3. Il protagonista sei tu

Uno psicologo può aiutarti a trovare le migliori risorse dentro di te, ma il vero attore sei sempre tu; nessuno dall'esterno può risolvere i problemi esterni e interni, ma la professionalità e la relazione possono aiutarti a trovare strategie di miglioramento.

Cosa aspettarti da uno Psicologo?

Ci sono tante persone e figure che possono aiutarti quando hai un problema psicologico, ascoltarti, darti dei consigli e sostenerti. Perchè rivolgersi ad uno psicologo?

  • è un professionista che ha una lunga formazione, è abilitato dallo Stato, è iscritto ad un ordine professionale
  • ti ascolta senza giudicarti e ha le competenze per capire di che problema si tratta
  • attraverso il colloquio ed altre tecniche può aiutarti ad affrontare il tuo problema
Immagine di un uomo che telefona a uno Psicologo

Perchè rivolgerti proprio a me?

Ci sono tante colleghe e colleghi con ottime competenze e di grande esperienza: cosa puoi ottenere rivolgendoti a me?

Cosa puoi ottenere

contattando il dott. Massimo Martucci?

Come scegliere uno psicologo? Sicuramente è utile il passaparola, ma tieni conto che l'esperienza è sempre molto soggettiva, specie in questo ambito.

Conteranno molto anche gli ambiti di cui si occupa, le sue specializzazioni.

Possono essere utili articoli, video e altri contenuti presenti sul web, in modo che tu possa avere un'idea della persona che incontrerai.

Tuttavia, così come c'è una prima impressione, c'è anche un aspetto di relazione che si costruisce nel tempo.

L'importante è che tu ti senta a tuo agio e libero di poter fare tutte le domande che vuoi, e di poter valutare se ti senti a tuo agio con il professionista che hai scelto.

  • 01 Accoglienza

    Se avessi una difficoltà, una fragilità, un momento difficile da affrontare e mi rivolgessi ad un professionista che può aiutarmi, vorrei sentirmi innanzitutto accolto e a mio agio, senza imbarazzi e scrupoli eccessivi. E' quello che cerco di offrire a mia volta a chi si rivolge a me.

  • L'ascolto è una parte importante dell'aiuto che uno psicologo può offrire: non una parola di quello che dici va perduta, tutto è importante, un ascolto attento e sinceramente interessato è uno degli obiettivi che mi pongo nei colloqui.

  • La psicologia è un mondo ormai molto ramificato e specializzato: anche se cerco di aggiornarmi ed esplorare sempre nuovi ambiti, so di essere più competente solo in alcuni di essi. Se non potrò aiutarti direttamente in prima persona, te lo dirò chiaramente.

  • Non credo abbiano molto senso, specie oggi, percorsi infiniti e indefiniti: ci porremo insieme obiettivi specifici, temi su cui lavorare, su cui sia possibile valutare un miglioramento. Deciderai poi se proseguire su altri obiettivi o fermarti.

  • Saprai da subito le tariffe delle sedute e di altri eventuali interventi (test, relazioni ecc.); non è facile prevedere i tempi di un cambiamento, che dipendono da moltissimi fattori; tuttavia di può decidere insieme un numero definito di incontri dopo i quali fermarsi e valutare se proseguire o se gli obiettivi sono raggiunti.
  • Non credo abbiano molto senso, specie oggi, percorsi infiniti e indefiniti: ci porremo insieme Per me il colloquio vis-à-vis è lo strumento principale (non uso il lettino!), ma sono formato su forme alternative per portare avanti una relazione psicologica, ad esempio i colloqui online, lo scritto (email), la chat. Dipenderà dalle esigenze specifiche.

 

Contattami

per parlarmi del tuo problema

Prenota un Colloquio

Per organizzare meglio il telefono preferisco essere contattato attraverso il form, via mail o con un messaggio whatsapp: ti risponderò appena possibile e potremo concordare un momento per sentirci al telefono.

Scrivimi un messaggio



Ora indica almeno un modo con cui possa ricontattarti: la tua email, il tuo numero di cellulare, o entrambi. Grazie

Dichiaro di aver letto e di approvare tutte le condizioni sil trattamento dei dati personali illustrate nelle Privacy Policy

Come funziona?

Contattami attraverso il form sul sito, una mail o un messaggio whatsapp.

Concorderemo un momento per sentirci al telefono per fissare, se lo desideri, un primo colloquio. Sarà anche l'occasione per farmi domande e chiarire eventuali dubbi che potresti avere, ad esempio su tempi, costi, modalità ecc.

Il primo colloquio è un momento importante e molto impegnativo, per cui non è gratuito.

Naturalmente sarai libero di proseguire o meno, e di interrompere in qualsiasi momento.

Anch'io ti dirò in modo trasparente se penso che sia indicato iniziare un percorso psicologico o meno.

Ricevo a Milano, in zona Fulvio Testi / Ca' Granda e online

Telefono:

+39 3471623623

Whatsapp:

+39 3471623623

In particolare mi occupo di...

Ogni situazione è particolare e i bisogni di chi si rivolge ad uno psicologo spesso toccano diversi livelli di problematiche, intrecciate tra loro.

Mi occupo in particolare di questi temi; parleremo in ogni caso della tua situazione e se non sarò in grado di aiutarti in prima persona, ti suggerirò comuqnue una strada da seguire o un altro professionista a cui rivolgerti.

Valutazione di personalità

Alcuni test e colloqui per conoscerti meglio e capire il tuo funzionamento

Supporto al cambiamento

Un aiuto nei momenti di scelta: scuola, lavoro, vita personale

Disagio lavorativo

Se al lavoro "non gira" tutta la vita diventa insopportabile

Sostegno psicologico

Un aiuto professionale per affrontare momenti difficili

Consulenza di coppia

Comunicare, sintonizzarsi con il partner, sentirsi capiti

SOS Adolescenti

Se i nostri figli ci sembrano in difficoltà, se la scuola diventa un problema, se il rapporto con loro è sempre più difficile

Neurofeedback

Un'esperienza straordinaria per allenare il tuo cervello e affrontare meglio la vita quotidiana

Chi sono?

Foto del dott. Massimo Martucci Psicologo Milano

"Ora non è il momento di pensare a quello che non hai. Pensa invece a quello che puoi fare con quello che hai"

H. Hemingway

Amo molto questa frase tratta da Il vecchio e il mare, perché mi pare esprima bene il senso che per me possono un colloquio, un sostegno psicologico, o una semplice consultazione: partire dalle risorse che ho in questo momento per guardare avanti e capire cosa posso costruire.

Devo buona parte di questa convinzione all'insegnamento di Alfred Adler, uno dei fondatori della psicoanalisi, che partendo da una situazione di difficoltà non era tanto o solo interessato a ricostruirne le origini, guardando al passato, ma aiutava le persone a proiettarsi in avanti, verso una meta positiva da costruire e verso cui tendere.

Di fronte a questo bisogno vorrei trovare un ascolto attento, un atteggiamento accogliente e competente, vorrei sentirmi a mio agio ed essere aiutato a fare dei passi in avanti: è quello che cerco di offrire a mia volta a chi si rivolge a me.

Chi è Massimo Martucci?

" Negli occhi della gente si vede quello che vedranno, non quello che hanno visto."

Alessandro Baricco

Sono Massimo Martucci, sono uno Psicologo e...sono contento di esserlo! Alle spalle una laurea in Filosofia, che mi ha spalancato il mondo della cultura, del pensiero, uno sguardo profondo sulle cose, sulle persone e su me stesso. Mi ha consentito di accumulare parecchi anni di esperienza di insegnamento al liceo e di incontrare in questo modo centinaia di adolescenti tutti i giorni, ognuno con la sua irripetibile specificità.

La laurea in Psicologia Clinica ha risposto ad un desiderio che avevo da molto tempo, e mi ha consentito di andare più a fondo nella scoperta dei meccanismi della mente, di guardare alle relazioni, ai comportamenti delle persone da una prospettiva diversa.

Professionalmente, come psicologo, ho incontrato la sofferenza e i più vari bisogni delle persone, che mi interrogano profondamente, ma anche le straordinarie risorse che alcuni sanno trovare per superare le avversità della vita, per conoscere meglio loro stesse, per stare meglio con gli altri.

Non mi sento troppo legato ad un approccio teorico piuttosto che ad un altro: mi appassionano le neuroscienze, il paradigma della neurodiversità così come l'approccio psicodinamico, ma trovo spunti utili per la clinica anche in altri approcci molto diversi. Ogni situazione è diversa dall'altra e richiede, credo, conoscenze e flessibilità nell'approccio.


Mi sto specializzando in psicoterapia adleriana, una prospettiva in cui trovo grande attenzione al singolo individuo, al suo passato ma anche e sorpattutto al suo futuro, a quello che una persona, anche grazie ad un aiuto professionale, può costruire di bello per la sua vita, nonostante le difficoltà che ha incontrato e che deve affrontare nella vita.

Cerco di divulgare attraverso articoli, podcast, video, collaborazione con testate giornalistiche, contenuti della psicologia utili per arricchirsi di conoscenze e per affrontare problemi della vita quotidiana.

In particolare voglio dare il mio contributo per aiutare a superare lo stigma sociale che ancora è molto forte nei confronti del disagio mentale e della diversità, e soprattutto la diffidenza o banalizzazione che a volte, anche se meno che in passato, permangono attorno alla figura dello psicologo.


Credo che l'aiuto fondamentale che uno psicologo, oltre a tutto il bagaglio di competenze, di teoria e tecniche che si porta dietro, stia nella relazione, e cerco di mantenere questo punto di riferimento nel mio lavoro.

Foto del dott. Massimo Martucci Psicologo Milano